A QUALE DISTANZA TEMPORALE PUO’ ESSERE FATTO IL VACCINO ANTI ZOSTER RISPETTO AI VACCINI ANTIPNEUMOCOCCO ? GRAZIE

Il vaccino per hp può essere somministrato in concomitanza con il vaccino antiinfluenzale ma in sedi differenti.
Non deve essere co somministrato col vaccino pneumococcico polisaccaridico 23 valente perché ne riduce l’immunogenicità. La somministrazione va fatta con un intervallo di 4 settimane.

 


 

Salve, vorrei sapere se il vaccino anti HPV sia indicato per i maschi rispetto all’età e all’orientamento sessuale. Grazie mille .

La vaccinazione anti-HPV, prima destinata alle sole donne, è stata estesa anche ai maschi adolescenti dal nuovo Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale 2017-2019, incluso nei Livelli Essenziali di Assistenza (Lea).Il vaccino anti-HPV è offerto attivamente e gratuitamente nel dodicesimo anno di vita. La risposta del sistema immunitario è maggiore nei dodicenni che in individui di età superiore, quindi, il beneficio è massimo. Inoltre, la vaccinazione induce una protezione più efficace se effettuata prima di un possibile contatto con il virus e, quindi, prima dell’inizio dell’attività sessuale.La vaccinazione universale (uomini e donne), indipendentemente dall’orinetamento sessuale, permette di ridurre il carico di malattia da HPV in tempi più rapidi ottenendo risultati migliori in termini di salute nella popolazione vaccinata.

 


Salve, vorrei chiedervi di quali strumenti di informazione (poster o simili) possiamo avvalerci per promuovere la vaccinazione tra i più giovani contro il papilloma virus.
Grazie mille

 

Le strategie di comunicazione di cui possiamo usufruire sono molteplici. Dai semplici poster presenti su internet, da scaricare stampare e appendere, alle brochure che possono fornirci gli enti cui facciamo riferimento. E’ necessario anche potenziare la comunicazione tramite social network usando strategie di comunicazione semplici ma di grande efficacia.

Qui di seguito qualche esempio:

Facebook

Si consiglia la pubblicazione di 6 post su diversi temi da pubblicare idealmente 2 volte alla settimana per 3 settimane, con riprese nei mesi successivi.

Fonti http://www.riaponline.it/wp-content/uploads/2016/08/06_Vaccini_Azzari1.pdf http://www.epicentro.iss.it/problemi/hpv/hpv.asp

Twitter

Si consiglia di twittare 8 volte alla settimana per 3 settimane, alternando i tweet consigliati con tweet che trattano altri argomenti.

Per ogni tweet è raccomandato, ove possibile, abbinare un’immagine o infografica. A ogni tweet è consigliabile abbinare un link di approfondimento

Instagram

Si consiglia di postare n. 2 foto alla settimana per 3 settimane. Utilizzare le infografiche e le immagini fornite e abbinarle agli hashtag.

Pinterest

Si consiglia la creazione di una Board specifica “HPV9” per caricare tutte le immagini e infografiche fornite.

 


Non sarebbe opportuno che la vaccinazione antinfluenzale fosse estesa a tutti i pazienti ?

Secondo il nuovo Piano Nazionale di prevenzione e il nuovo calendario vaccinale, l’offerta Flu è stata ampliata proprio allo scopo di aumentare quanto più possibile l’offerta vaccinale. In atto l’offerta è garantita agli over 64 e ai contatti di pazienti fragili e a rischio, a tutti i pazienti affetti da patologie croniche di qualunque età, alle donne in gravidanza che saranno al secondo e terzo trimestre durante il picco dell’epidemia e ai contatti familiari stretti. La vaccinazione è rivolta e garantita a operatori sanitari, e a persone che hanno occupazioni lavorative potenzialmente a rischio. Di fatto l’offerta è garantita alla stragrande maggioranza della popolazione.

 


Entro quale grado di relazione rispetto ad una paziente gravida é consigliabile vaccinare per la pertosse in un ottica di cocoon strategy?

Poichè l’immunità conferita dal vaccino non è permanente, ogni donna incinta dovrebbe ripetere il richiamo che non ha nessun effetto collaterale ma garantisce la produzione di anticorpi necessari alla tutela della salute del neonato. Il vaccino è raccomandato e offerto gratuitamente anche ai familiari che avranno contatto col bambino dopo la nascita, per garantire l’effetto “cocoon” ossia “la strategia del bozzolo” che crea una zona di sicurezza attorno al piccolo.

http://www.fimmg.org/index.php?action=pages&m=view&p=21568&lang=it


 

Quali sono le vaccinazioni da suggerire alle pazienti gravide? In quale periodo della gestazione conviene praticarle?

Le vaccinazioni suggerite alle donne in gravidanza sono:

l’antinfluenzale da effettuare nel periodo in cui saranno nel secondo e terzo trimestre di gravidanza all’inizio dell’epidemia influenzale

l’anti Difterite Tetano Pertosse  raccomandata tendenzialmente durante il terzo trimestre di gravidanza, in maniera tale da garantire  un’adeguata produzione di anticorpi materni che verranno trasmessi al feto mediante passaggio transplacentare.

Nei casi di particolare rischio infettivo sono raccomandate anche la vaccinazione antimeningococco, antipneumococco e anti epatite A e B


Qual’e il periodo più idoneo perché la vaccinazione sia efficace?

Il periodo destinato alla conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale è, per la nostra situazione climatica e per l’andamento temporale mostrato dalle epidemie influenzali in Italia, quello autunnale, a partire dalla metà di ottobre fino a fine dicembre, fatte salve specifiche indicazioni, che saranno fornite se particolari eventi legati ai vaccini e/o l’andamento epidemiologico stagionale dell’influenza lo richiederanno.

Non avendo specificato il vaccino di interesse presumiamo riguardi la flu. Ove ciò non fosse restiamo a disposizione per approfondimenti

fonte: http://www.salute.gov.it/portale/p5_1_2.jsp?lingua=italiano&id=103

 


Quando si ha in progetto un viaggio(anche una semplice vacanza) in un paese a rischio per qualche malattia infettiva è sempre bene vaccinarsi oppure vanno valutati rischi/benefici considerando la durata del soggiorno e i possibili contatti con la fonte del patogeno?

È buona cosa vaccinarsi anche per una semplice vacanza. Ad esempio ,se si viaggia nel Sudest asiatico sarebbe utile fare la vaccinazione contro l’encefalite giapponese. Se si viaggia in est europa (Russia,etc) sarebbe bene vaccinarsi per l’encefalite da zecche. Per il resto, bisogna fare quelle raccomandate dalla nazione stessa ed in caso di endemia della malaria, fare adeguata profilassi farmacologia ed ambientale (prodotti insetto-repellenti, zanzariere, etc). Cosa buona sarebbe essere a posto con la vaccinazione DtPa ed epatite A. Se non vaccinati, si potrebbe fare una prima iniezione prima di partire (se non si ha tempo sufficiente) e un’altra al ritorno.

 

 


Efficacia e sicurezza della vaccinazione antinfluenzale nei pazienti in trattamento con anti tnf alfa.

Per rispondere a  questa domanda alleghiamo una diapositiva con le indicazioni del Collegio Americano dei Reumatologi che riguarda non solo specificamente la terapia con anti-TNF alfa, ma una serie di altri trattamenti per i quali potrebbero esserci dubbi riguardo alla possibilità di eseguire le vaccinazioni.

Raccomandazioni American College of Reumathology (cliccare qui)